Partner Microsoft: l'intelligenza artificiale diventa un criterio di scelta
21 settembre 2018
FacebookTwitterLinkedIn

Partner Microsoft: l’intelligenza artificiale diventa un criterio di scelta

Partner Microsoft AI
Loris Frezzato

I partner Microsoft dovranno sempre più puntare su intelligenza artificiale, Internet delle cose, cloud e sicurezza. Chi abbraccia queste tendenze rispecchia la strategia di innovazione di Microsoft. Ed è qui che la big company premia i partner di canale. 

 

I partner Microsoft che abbracciano le nuove tendenze tech, indipendentemente dalle loro dimensioni, rispecchiano la strategia di innovazione della multinazionali. Intelligenza artificiale, Internet delle cose, cloud e, ovviamente, sicurezza i temi principali che riassumono la roadmap strategica e tecnologica di Microsoft, un percorso verso l’innovazione digitale delle imprese per il quale il vendor stimola il proprio canale di partner.

 

Cloud e intelligenza artificiale i potenziatori del business dei partner Microsoft

«Nel nostro Paese c’è una grande attenzione per i temi della digital innovation, indipendentemente dalle dimensioni aziendali  – afferma Fabio Santini, Direttore Divisione One Commercial Partner & Small, Medium and Corporate di Microsoft Italia -. Le aziende vogliono capire quali sono le tecnologie che possono aiutarle a innovare, e come poterne sfruttare al meglio le potenzialità per migliorare il proprio business».

Tre i temi che Microsoft affronta per raggiungere tali obiettivi: la “Customer Journey”, ossia strumenti che consentano di interpretare l’ingaggio dei clienti, attuali o potenziali, delle aziende; la misurazione dell’efficianza del personale, e, infine, quella che il vendor definisce “Comunque Cloud”.

Un ambito, quest’ultimo, ben esteso, che comprende tutte quelle nuove tecnologie che stanno cambiando i criteri di misurazione, interazione, analisi, dei dati che possono portare a nuovi business o a nuovi metodi per la gestione stessa delle aziende.

Spicca, tra questi, l’intelligenza artificiale, che Santini vede come potenziatore di business: «mentre le tecnologie come il cloud computing o l’IoT, contribuiscono all’ottimizzazione delle infrastrutture e dei dati e hanno un impatto generale sull’organizzazione aziendale, aumentando la produttività del personale, il trasferimento e gestione dei carichi su cloud o migliorare la gestione dei clienti, l’AI può invece operare in maniera estremamente verticalizzata – commenta Santini -.  L’AI permette di esplorare infiniti spazi settoriali, una sperimentazione su nuove metodologie di analisi, con ritorni economici che posso essere molto rapidi».

 

Partner Microsoft: la propensione all’utilizzo dell’AI premia Accenture e Avanade

L’adozione e lo sfruttamento dell’AI e delle nuove tecnologie, che ormai fa parte del quotidiano e del futuro di Microsoft, diventano dunque anche i criteri di valutazione per i propri partner. La propensione all’utilizzo di tali tecnologie ha infatti portato il vendor a premiare Accenture e Avanade come Alliance Partner of the Year 2018 a livello globale, mentre su base nazionale sono state contemporaneamente insignite del titolo di Italian Country Partner of the Year 2018.

TUTTI GLI APPROFONDIMENTI NELL’ARTICOLO “In Microsoft vince il canale che innova in IT new tech” pubblicato da Digital4Trade

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi