Applicazioni

Elettrodomestici smart, cosa sono, come fanno risparmiare tempo ed energia

Secondo l’Enea, il 58% dei consumi domestici sono addebitabili agli elettrodomestici. Nella bolletta di una famiglia di quattro persone il frigorifero incide per il 20,87%, seguito dalla lavastoviglie (14,76%) e dall’illuminazione (10,2%). I benefici ottenibili dall’adozione dell’AI e una selezione di modelli in commercio [...]
Carlo Lavalle

giornalista

elettrodomestici smart
  1. Home
  2. Intelligenza Artificiale
  3. Elettrodomestici smart, cosa sono, come fanno risparmiare tempo ed energia

sistemi AI ed elettrodomestici smart possono dare maggiori opportunità agli utenti, ridurre i costi generali e aumentare i livelli di efficienza energetica. Le aziende produttrici hanno lanciato la loro sfida al risparmio energetico grazie agli elettrodomestici intelligenti e al concorso di app, IoT e sistemi AI.

L’adozione di servizi smart ha come obiettivo la riduzione dei consumi di energia in casa. Traguardo fondamentale, più in generale, considerando che nell’Unione europea il 40% dei consumi totali (e il 36% delle complessive emissioni di CO2) sono imputabili alle abitazioni.

Quanto pesano gli elettrodomestici su bolletta e consumi di energia

Secondo dati Enea, che, nell’ambito della Campagna Nazionale “Italia in Classe A”, ha stabilito una partnership con APPLiA Italia (Associazione che all’interno di Confindustria raggruppa le imprese produttrici di elettrodomestici), il 58% dei consumi domestici sono addebitabili agli elettrodomestici. A ciò va aggiunto il fatto che la maggior parte degli elettrodomestici delle case italiane è piuttosto vecchia (tra i 12 e i 20 anni di vita), circostanza che incide notevolmente sui consumi.

In base al quadro del parco elettrodomestico installato in Italia, ricostruito da APPLiA Italia e Aires (Associazione Italiana che riunisce le principali aziende e gruppi distributivi specializzati di elettrodomestici ed elettronica di consumo), l’età media di una lavatrice e di una lavastoviglie è 12/14 anni, quella di un frigorifero è 14/18 anni, mentre quella di un congelatore e di un forno elettrico è di 20 anni e un piano cottura resta in vita per 16/20 anni.

Nella bolletta di una famiglia di quattro persone il frigorifero incide per il 20,87%, seguito dalla lavastoviglie (14,76%) e dall’illuminazione (10,2%).

Smart home e classe energetica

Per Haier Europe, la classe energetica è un tema prioritario. In questo senso, il riscalaggio delle etichette stabilito dall’Unione europea, applicato su cinque gruppi di elettrodomestici a partire dal 1° marzo 2021, individua una graduatoria di riferimento per i consumatori in un’ottica di risparmio energetico. Tanto per dare una idea, una lavatrice di nuova classe A permette un risparmio fino a 130 euro all’anno rispetto a una di vecchia classe A e fino a 200 euro in confronto a una classe D, ancora ampiamente diffusa in Italia. Una lavastoviglie di classe A, secondo i nuovi criteri, consente di risparmiare oltre il 75 % rispetto a un apparecchio di classe D, ancora in uso sul mercato nazionale.

Al vertice, c’è la classe energetica A, mentre al fondo della classifica troviamo la G. L’etichetta fornisce anche informazioni su quanti kWh consuma un determinato elettrodomestico in un anno. In questo modo, è possibile sapere sin da subito quanto pesi sulla bolletta. In genere, gli elettrodomestici smart sono ad alta efficienza energetica e in grado di diminuire i consumi elettrici.

Per elettrodomestico intelligente, in base alla definizione enucleata dal l’Ecodesign Preparatory Study for Smart Appliances, s’intende un apparecchio elettrico destinato ad uso per la casa che include la possibilità di comunicare. In altri termini, una piattaforma che può essere impiegata in un’ottica di demand side management finalizzato a gestire in modo efficiente e flessibile i consumi di energia.

Sotto questo aspetto, la smart home diventa un ecosistema intelligente nel quale tutte le componenti interagiscono e comunicano connesse in rete allo scopo di risparmiare energia e denaro.

elettrodomestici smart

Rapporto tra AI ed elettrodomestici smart

WHITEPAPER
Smart Working: lo stato dell’arte e cosa succede con la fine dello stato di emergenza
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

I dispositivi smart sono sempre più connotati dall’AI. La ricerca, come nel caso del sistema MCUnet sviluppato dal MIT per portare il deep learning a livello degli apparecchi IoT, è all’opera per migliorare costantemente questo aspetto.

Una delle principali aree di applicazione e di sviluppo del mercato degli elettrodomestici intelligenti è quella della artificial intelligence of Things o AioT, in cui si realizza la convergenza tra IoT (Internet delle cose) e intelligenza artificiale.

In una logica AioT, gli elettrodomestici intelligenti sono in grado di apprendere attraverso l’interazione con gli esseri umani. Gli elettrodomestici AioT possono anche archiviare dati e comprendere le abitudini di un utente fornendo supporto personalizzato.

Per quanto riguarda il sistema Haier, “l’AI può incidere a due grandi livelli, grazie a software installati a bordo dell’elettrodomestico e all’applicazione mobile hOn” – spiega Andrea Contri, responsabile dell’unità IoT di Haier Europe. Una lavatrice smart, ad esempio, è in grado di riconoscere alcuni parametri operativi (come il carico) e l’AI può aggiustare il ciclo di lavaggio e le temperature, ottimizzando i consumi (meno elettricità e meno acqua).

elettrodomestici smart

Ma è tramite l’app hOn (con 5 milioni di utenti attivi in Europa) che l’AI può funzionare con tutta la gamma di elettrodomestici intelligenti e avere lo stesso livello di prestazioni smart. “È attraverso l’applicazione mobile – sottolinea Andrea Contri – che l’AI è in grado di operare grazie a dati inseriti dall’utente, rispondendo a domande formulate in linguaggio naturale, oppure mediante il riconoscimento delle immagini”, per esempio di un carico di lavatrice o di una lavastoviglie attivando per l’occasione funzioni specifiche come Smart AI Cycle e Washing-Lens. I risparmi stimati possono arrivare fino al 15-20 per cento anche se per adesso questo aspetto rimane ancora oggetto di valutazione.

In fase di test, c’è, allo stato, la funzionalità Smart Solar, che consentirebbe agli utenti Edison dotati di pannelli fotovoltaici di ottimizzare l’attivazione degli elettrodomestici in rapporto alla produzione di energia pulita.

hOn App | 2020 Red Dot Winner

Video

Modelli di elettrodomestici smart a confronto

Il numero di elettrodomestici intelligenti, in un mercato che, secondo Statista, vale oltre 44 miliardi di dollari di introiti a livello globale, è cresciuto progressivamente fino a raggiungere quota 70 milioni di dispositivi venduti nel 2019.

Smart tv, frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, macchine del caffè, e forni connessi a Internet si sono moltiplicati nel corso del tempo e fanno ormai parte in pianta stabile delle case di molte famiglie. Tra i marchi più popolari in questo segmento ci sono Samsung, LG, Electrolux, Whirlpool e Haier.

Frigoriferi

Samsung

Per quanto concerne gli elettrodomestici, i vari modelli possono essere messi a confronto. Frigoriferi smart di tipo comparabile che vanno per la maggiore grazie anche a display e touchscreen sono i Family Hub di Samsung.

Sono modelli che hanno la certificazione Energy Star e sono integrabili al sistema e all’app SmartThings in grado di consentire agli utenti di monitorare i consumi energetici con informazioni in tempo reale su dove e come viene usata l’energia in casa. Grazie a sistemi AI si possono prevedere consumi futuri e mediante la modalità AI Energy Mode è possibile attivare in automatico la funzione di risparmio energetico per il dispositivo connesso favorendo una riduzione fino al 30% di energia.

LG

Anche LG ha integrato l’AI nella sua linea di frigoriferi smart per controllare in tempo reale il cibo all’interno per eventualmente rifornirsi ma soprattutto con il sistema e l’app LG ThinQ utilizzabile per ridurre i consumi energetici.

Lavatrici

Quanto alle lavatrici smart, quelle LG sono dotate di un sistema ai-based capace di scegliere autonomamente la migliore impostazione di lavaggio rilevando il peso e la tipologia dei panni introdotti nel cestello.

 

Samsung

Quelle della gamma Samsung Bespoke AI™, sono di classe A e grazie alla modalità AI Energy possono far ridurre il consumo di energia fino al 70%. La modalità AI in combinazione con l’app SmartThings ottimizza i cicli di lavaggio senza dover alzare le temperature. Il lavaggio è anche personalizzato con l’AI che impara le abitudini dell’utente proponendo le impostazioni che usa più di frequente. Inoltre, il programma Ai Wash consente il lavaggio automatizzato con sensori che analizzano tessuto, peso e lo sporco del carico per ottimizzare quantità di acqua e detergente.

elettrodomestici smart

Haier

Anche le lavatrici smart I-Pro Series 5 di Haier con tecnologia AI Cycle a bordo utilizzano sensori per rilevare il peso del bucato e regolare automaticamente consumo di acqua e durata del ciclo al fine di minimizzare i consumi energetici.

Brand | Haier - SuperDrum Series 9 #connecttoextraordinary | 15s

Video Haier

Conclusioni

Con la diffusione di elettrodomestici smart connotati dall’AI nell’ambiente connesso della casa intelligente, l’obiettivo del risparmio energetico compie un salto di qualità nell’ottica della piena ottimizzazione dei consumi, accordata alle esigenze del singolo consumatore.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn