Shutterstock offrirà le funzionalità text-to-image di DALL-E

Il lancio è previsto per i prossimi mesi, i clienti Shutterstock possono accedere alle immagini generate da DALL-E insieme all’offerta stock esistente. Anche Getty Images sigla un accordo con l'AI generativa [...]
Pierluigi Sandonnini

giornalista

  1. Home
  2. News
  3. Shutterstock offrirà le funzionalità text-to-image di DALL-E

 

Shutterstock offrirà contenuti generati dall’intelligenza artificiale sulla sua piattaforma dopo aver raggiunto un accordo con il produttore di DALL-E, OpenAI.

In quello che rappresenta un cambiamento epocale per l’industria delle immagini stock, Shutterstock ha detto che offrirà ai suoi utenti le funzionalità text-to-image di DALL-E, ma in un modo che sarà “responsabile e trasparente per i suoi clienti e collaboratori”.

Le società hanno anche detto che creeranno un fondo per compensare gli artisti per i loro contributi.

La partnership fra OpenAI (DALL-E) e Shutterstock

OpenAI e Shutterstock prevedono di raccogliere informazioni sugli utenti relative ai contenuti generati dall’intelligenza artificiale per affrontare potenziali ramificazioni.

“È nostra grande responsabilità abbracciare questa evoluzione e garantire che la tecnologia generativa che guida l’innovazione sia fondata su pratiche etiche”, ha dichiarato Paul Hennessy, CEO di Shutterstock.

Shutterstock lavora con OpenAI dal 2021, con la piattaforma di immagini che concede in licenza i suoi dati alla società AI per addestrare DALL-E, il popolare modello di intelligenza artificiale generativa.

Il lancio è previsto per i prossimi mesi, i clienti Shutterstock possono accedere alle immagini generate da DALL-E insieme all’offerta stock esistente.

WHITEPAPER
AZIENDA RETAIL: ecco i 15 motivi per cui hai bisogno dell'Intelligenza Artificiale!
Intelligenza Artificiale
Retail

In cambio, i collaboratori di Shutterstock riceveranno un compenso per il ruolo svolto dai loro contenuti nello sviluppo delle immagini.

“I dati che abbiamo ottenuto in licenza da Shutterstock sono stati fondamentali per la formazione di DALL-E”, ha dichiarato Sam Altman, CEO di OpenAI. “Siamo entusiasti che Shutterstock offra immagini DALL-E ai propri clienti come una delle prime implementazioni attraverso la nostra API”.

Getty Images esclude le sue immagini dall’AI ma sigla un accordo con BRIA

Nel frattempo, il peso massimo del settore Getty Images ha escluso le immagini AI dalla sua piattaforma alla fine di settembre per potenziali problemi di legalità. Il CEO Craig Peters, in seguito, ha dichiarato che la sua azienda “ha fatto un passo avanti intorno alle immagini generate dall’intelligenza artificiale per proteggere i nostri clienti”.

“Ci sono molte domande in questo momento, su chi possiede il copyright di quel materiale, sui diritti che sono stati sfruttati per creare quel materiale, e non vogliamo mettere i nostri clienti in quell’area di rischio legale”, ha detto Peters.

Senza fare nomi, ha detto che alcune aziende sono “spericolate” nel loro approccio alle offerte di intelligenza artificiale generativa. “Il fatto che queste domande non vengano affrontate è il problema. In alcuni casi, vengono semplicemente gettati nel dimenticatoio. Penso che sia pericoloso. Non penso che sia responsabile. Penso che potrebbe essere illegale”, ha detto Peters.

Tuttavia, Getty stessa sta incorporando l’intelligenza artificiale generativa attraverso una partnership con BRIA per collaborare su strumenti di contenuti visivi AI. BRIA ha sottolineato che è impegnata nell’AI responsabile e rispetterà i diritti d’autore e la mitigazione dei pregiudizi, un sentimento a cui ha fatto eco Peters. “Questa partnership e la nostra implementazione sono anche quelle che teniamo ai più alti standard etici e nel rispetto della proprietà intellettuale e dei diritti alla privacy personale degli altri”, ha affermato il CEO di Getty Images.

 

FacebookTwitterLinkedIn