GhostWriter: la content marketing strategy si fa con l’intelligenza artificiale

Machine learning, motore semantico, algoritmi brevettati e proprietari sono le tecnologie innovative alla base di GhostWriter, la prima piattaforma italiana di content marketing strategy basata su Intelligenza Artificiale [...]
Ghostwriter - Content Marketing Strategy
  1. Home
  2. News
  3. GhostWriter: la content marketing strategy si fa con l’intelligenza artificiale

 

Articolo aggiornato il 9 gennaio 2019

Si chiama GhostWriter, è una piattaforma tecnologica basata su Intelligenza Artificiale (IA) che aiuta ad ottimizzare ed automatizzare le strategie di content marketing delle aziende.

Creata e sviluppata da Ester Liquori e Mauro Bennici, imprenditori italiani e founder della startup You Are My Guide,  GhostWriter arriva sul mercato come suite di content marketing strategy basata su Intelligenza Artificiale addestrata e “pronta all’uso”, utilizzabile con facilità anche da chi non ha competenze sull’IA e non si intende molto di codici e algoritmi.

 

Mauro Bennici e Ester Liquori, founder You Are My Guide e creatori di GhostWriter
Mauro Bennici e Ester Liquori, founder You Are My Guide e creatori di GhostWriter

 

GhostWriter è un sistema brevettato che incorpora un motore semantico proprietario, nativo Italiano e Inglese, sistemi cloud e soprattutto algoritmi proprietari di machine learning, deep learning, Natural Language Processing (NLP), analisi di clustering ed elaborazione di Big Data da varie fonti.

La  piattaforma è pensata per integrare tutti gli strumenti per costruire attività di marketing e vendita mirata, affiancando l’analisi dell’audience per creare engagement alla produzione di bozze intelligenti di testi, così da eliminare lo spamming e privilegiare contenuti dedicati e personalizzati (nel pieno rispetto della privacy sui dati dei consumatori).

WEBINAR
Blockchain, Iot, AI per una Supply Chain intelligente e più efficiente
Blockchain
Intelligenza Artificiale

GhostwriterGrazie all’Intelligenza Artificiale, GhostWriter è in grado, a partire dalla base utenti dell’azienda, di identificare un potenziale nuovo pubblico: ne analizza le preferenze, le modalità di acquisto, le interazioni e di conseguenza suggerisce gli argomenti e i contenuti più pertinenti, aggiornandosi in tempo reale e prevedendo i risultati delle azioni sul pubblico.

Una volta identificata l’audience, GhostWriter supporta i team di marketing nella creazione dei contenuti più adatti offrendo un vero e proprio assistente virtuale: il Content Editor, a partire da fonti selezionate dall’utente, prepara una bozza intelligente di testi. Grazie al suo sistema proprietario, GhostWriter impara lo stile di scrittura diventando sempre più preciso ed efficiente, riconosce il contesto e può ricevere un addestramento personalizzato su linguaggio specialistico.

Successo per l’equity crowdfunding GhostWriter

GhostWriter ha conquistato investitori e aziende su Mamacrowd, la principale piattaforma italiana di equity crowdfunding, con una campagna che ha chiuso in overfunding (162%) con 162.482 Euro di adesioni.

«Il successo raggiunto con la campagna di equity crowdfunding è una delle tappe del nostro percorso, prova tangibile dell’impegno che tutto il team ha mostrato durante questi 4 anni di ricerca e sviluppo», racconta Ester Liquori, «Il prossimo passo importante sarà quello di supportare la commercializzazione e l’aumento della produzione in Italia, anche grazie alle partnership con aziende consolidate come con Moleskine e Dynameet, ma soprattutto di avvicinarci ai mercati esteri, a partire da quello statunitense”.

«Chi ha scelto di investire in GhostWriter ha saputo cogliere le enormi opportunità di crescita di un settore, quello dell’Intelligenza Artificiale, che sarà presto parte delle modalità di lavoro aziendali», aggiunge Mauro Bennici. «L’obiettivo è semplificare la vita delle persone: per le aziende è sempre più importante adottare un approccio human-oriented e in questo senso l’AI può dare una spinta positiva, con risultati sempre più performanti».

 

 

FacebookTwitterLinkedIn