Arriva AIRI: infrastruttura AI-Ready per il Deep Learning - AI4Business
22 aprile 2018
FacebookTwitterLinkedIn

Arriva AIRI: infrastruttura AI-Ready per il Deep Learning

AIRI infrastruttura
Redazione

Si chiama AIRI ed è una infrastruttura AI-Ready pensata per la scalabilità degli algoritmi di Deep Learning basata su tecnologie Pure Storage FlashBlade e NVIDIA DGX-1

 

Nata dalla sinergia tra Pure Storage e NVIDIA, AIRI si presenta come infrastruttura AI-Ready (pronta per supportare task e workload di Intelligenza Artificiale) per consentire ai data architect, ai data scientist e ai business leader di estendere le capacità di NVIDIA DGX-1 per progetti scalabili ed estesi di Artificial Intelligence (AI).

Secondo alcune recenti analisi di Gartner, l’80% delle aziende implementerà l’AI entro il 2020. In quest’ottica, AIRI fornisce un’architettura semplice ma al contempo potente che funge da “infrastruttura data-centrica”, pilastro tecnologico fondamentale per poter sfruttare a pieno tutte le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale (IA).

«L’AI ha un potenziale immenso per sostenere lo sviluppo dell’umanità», ha commentato Charles Giancarlo, CEO di Pure Storage. «L’Intelligenza Artificiale ha la capacità di migliorare sensibilmente la qualità della nostra vita. Veicoli a guida autonoma salveranno migliaia di vite e ci renderanno più efficienti. Le scoperte scientifiche guidate dall’AI hanno già trasformato l’assistenza sanitaria preventiva da una vaga eventualità futura in un’opportunità concreta. Nell’AI è insita la possibilità di offrire esperienze di consumo altamente personalizzate, rendendo al contempo più sicure le community online per i nostri figli. AIRI imprimerà un’accelerazione alla ricerca nel campo dell’AI, consentendo agli innovatori di procedere molto più speditamente verso un mondo migliore, grazie ai dati».

AIRI, com’è “composta” l’infrastruttura

La soluzione è completamente integrata, lato software e hardware, con Pure Storage e NVIDIA. AIRI è basata su FlashBlade di Pure Storage, piattaforma storage creata per l’AI e i modern analytics, e su 4 supercomputer NVIDIA DGX-1, in grado di supportare fino a 4 petaFLOP grazie ai GPU NVIDIA Tesla v100. Questi sistemi sono interconnessi con gli switch Arista 100GbE, che supportano GPUDirect RDMA per le migliori performance distribuite. AIRI è dotato inoltre di GPU Cloud Deep Learning Stack di NVIDIA e di AIRI Scaling Toolkit di Pure Storage, consentendo così ai data scientist di avviare iniziative nel campo dell’Intelligenza Artificiale non più in settimane o mesi, ma in ore.

«Ovunque le aziende hanno l’obiettivo di scalare le proprie infrastrutture di Intelligenza Artificiale per vincere le sfide e sfruttare al meglio le opportunità più significative», ha dichiarato Jim McHugh, Vice President e General Manager, Deep Learning Systems di NVIDIA. «Grazie ad AIRI i nostri clienti possono beneficiare di un approccio convalidato che unisce la capacità di calcolo leader nel settore e lo storage ad elevate performance dai risultati comprovati».

Il parere degli analisti su AIRI

AIRI è una soluzione in grado di consentire ai data architect e ai data scientist di fornire un time-to-insight scalabile. Ogni azienda genera e archivia un’enorme mole di dati e i decision maker hanno bisogno di ottenere insight da queste informazioni, per rendere il loro business più efficace e competitivo.

«L’AI si è evoluta, non è più considerata una tecnologia futuribile ma rappresenta un asset aziendale moderno e strategico. L’adozione dell’AI in tutti i settori verticali pone le basi per nuovi modelli di business, proposte di valore più precise, processi più efficienti ed esperienze personalizzate per gli utenti», ha commentato Ritu Jvoti, Research Director Infrastructure, Cognitive/AI and Big Data Analytics Workloads, IDC. «Le tecnologie innovative di Pure Storage e NVIDIA consentono l’adozione accelerata dell’Intelligenza Artificiale e, in sinergia, hanno fornito alle aziende una soluzione completa, facile da usare e ottimizzata per qualsiasi carico di lavoro relativo all’intelligenza artificiale».

Le aziende che hanno già scelto AIRI

Paige.AI è un’azienda focalizzata sulla rivoluzione della diagnosi clinica e del trattamento oncologico attraverso l’uso dell’Intelligenza Artificiale. La patologia è la pietra angolare della maggior parte delle diagnosi di cancro. Tuttavia, la maggior parte delle diagnosi patologiche si basa su processi manuali, concepiti più di un secolo fa. Sfruttando il potenziale dell’Intelligenza Artificiale, Paige.AI mira a trasformare il settore della patologia e della diagnostica da una disciplina altamente qualitativa a una più rigorosa e quantitativa.

«I dati sono il carburante per la rivoluzione guidata dall’AI. Con l’accesso a uno degli archivi di patologia tumorale più grandi al mondo, avevamo bisogno dell’infrastruttura di Deep Learning più avanzata disponibile per trasformare rapidamente enormi quantità di dati in applicazioni per l’AI, clinicamente convalidate», ha dichiarato il Dr. Thomas Fuchs, Fondatore e Chief Science Officer di Paige.AI.

ElementAI, piattaforma aziendale per costruire soluzioni di Intelligenza Artificiale, utilizza AIRI come un acceleratore di progetti complessi.

«AIRI rappresenta un’entusiasmante svolta per l’adozione dell’Intelligenza Artificiale in ambito aziendale, in quanto abbatte la barriera delle complessità infrastrutturali e spiana la strada per avviare qualsiasi progetto di AI in ambito aziendale», ha dichiarato Jeremy Barnes, Chief Architect, ElementAI. «AIRI è costruito con le stesse soluzioni che ElementAI utilizza sia internamente che con i clienti: NVIDIA DGX-1 e Pure Storage FlashBlade. Siamo entusiasti di lavorare fianco a fianco con NVIDIA e Pure Storage per accelerare il time-to-value per i nostri clienti ed agevolare la nostra missione di portare l’AI a tutte le aziende».

Per aziende come Global Response, l’AI rappresenta un’opportunità per reinventare i propri modelli di business. Grazie al supporto di Pure Storage e NVIDIA, Global Response ha avviato lo sviluppo di un sistema di call center che consente la trascrizione e l’analisi in tempo reale delle chiamate all’assistenza clienti. Questo consentirà una migliore customer experience e soluzioni più veloci, entrambi fattori di crescente importanza in quanto le aspettative degli utenti si stanno orientando verso un’esperienza sempre più personalizzata.

«Abbiamo raggiunto un punto di inflessione in cui l’integrazione dell’AI in tutta la nostra azienda ha assunto un ruolo fondamentale per il continuo successo della nostra attività», ha dichiarato Stephen Shooster, Co-CEO, Global Response. «Sebbene volessimo accelerare il passo, l’infrastruttura per l’AI ci stava rallentando perché risultava molto complessa da implementare. Per rendere veramente operativa l’intelligenza artificiale su larga scala, avevamo bisogno di costruire una base semplice e sufficientemente potente da supportare l’intera organizzazione. AIRI è esattamente questo. Tutti i punti interrogativi e le complessità associate all’AI sono stati risolti con una soluzione che integra software e hardware all’avanguardia per consentire ai nostri team di essere operativi in ore, non settimane o mesi».

 

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi