VENDOR POINT OF VIEW

Che cos’è un virtual agent, come funziona e perché è importante per il business

Assistere il management dell’azienda, di norma i C-level, nel prendere decisioni che impatteranno sul futuro: questo è il compito principale di un agente virtuale. Un sistema basato sulla modellazione predittiva dell’intelligenza artificiale. Ecco la soluzione di Vedrai. [...]
Pierluigi Sandonnini

giornalista

agente virtuale
  1. Home
  2. Vendor Point of View
  3. Che cos’è un virtual agent, come funziona e perché è importante per il business

Immaginiamo di poter avere al nostro fianco, nel nostro lavoro, un agente, una intelligenza che conosce tutti i dati aziendali e sa come estrarne informazioni utili a prendere decisioni importanti, a volte essenziali, per il futuro dell’azienda. Una simile figura sarebbe un collaboratore impagabile, se esistesse nella realtà, ma nessun essere umano è in grado di immagazzinare enormi quantità di dati e per consultarli e analizzarli impiegherebbe mesi… Mentre noi abbiamo bisogno di avere indicazioni in tempi brevi. L’intelligenza artificiale, abbinata all’analisi dei dati, dispone delle giuste peculiarità per svolgere al meglio compiti come questo. Ecco allora emergere la figura del virtual agent, l’agente virtuale che può fare la differenza fra un’azienda qualsiasi e una di successo.

Virtual agent, breve storia

Le tecnologie degli agenti virtuali sono comparse nel primo decennio degli anni 2000; al livello più elementare, funzionavano su un modello di script pre-programmato. Le organizzazioni creavano gli script per fare in modo che l’agente rispondesse in base alle esigenze a ciascuna richiesta, che poteva identificare mediante parole chiave predeterminate programmate nella piattaforma.

A partire dal 2015, le piattaforme di agenti virtuali hanno incorporato l’apprendimento automatico, l’elaborazione del linguaggio naturale e altre funzioni dell’intelligenza artificiale, per creare agenti intelligenti in grado di gestire più tipi di query, nonché richieste e flussi di lavoro meno prevedibili rispetto al passato.

Oggi, le piattaforme di agenti virtuali intelligenti possono anche connettersi con i sistemi di back-end dell’azienda, fornendo così risposte più personalizzate ai clienti o ai dipendenti che interagiscono con loro. Inoltre, le funzionalità di intelligenza artificiale integrate in queste piattaforme consentono agli agenti di “imparare”, in modo che possano diventare più efficienti ed efficaci mentre lavorano e sviluppare la capacità di gestire una gamma più ampia di attività nell’ambito della gestione aziendale.

Virtual agent, su quali basi funziona

Il compito principale di un agente virtuale è quello di assistere il management dell’azienda (di norma i C-level) nel prendere decisioni che impatteranno sul futuro. L’agente virtuale può fornire previsioni che vanno oltre il mero utilizzo dei dati o di analisi delle tendenze, in un’ottica di superamento della business intelligence tradizionale.

La tecnologia che sta alla base del virtual agent è la modellazione predittiva basata su intelligenza artificiale; i modelli predittivi sono molto importanti poiché consentono di calcolare l’impatto futuro delle decisioni, prima che queste vengano attuate. I modelli predittivi sono utili alle aziende soprattutto per gestire l’inventario, sviluppare strategie di marketing e prevedere le vendite. Nei contesti commerciali altamente competitivi, la loro applicazione si rivela una marcia in più nel business: operare sulla base di informazioni che riescono a prevedere ciò che accadrà in futuro riduce sensibilmente il potenziale di rischio e di errore.

Utilizzo dei modelli predittivi

Utilizzare i modelli predittivi può avere un impatto significativo sulla riduzione dei costi. Un tipico caso è rappresentato dalla possibilità, per una azienda, di determinare la probabilità di successo o di fallimento di un prodotto prima ancora del lancio sul mercato, ovvero prima di averne avviato la produzione.

In un’azienda si possono impiegare più agenti virtuali, i quali possono gestire in contemporanea le operazioni che vengono loro assegnate, nelle diverse aree e funzioni aziendali: amministrazione e finanza, vendite, logistica, acquisti, produzione. Con il ricorso agli agenti virtuali e alle loro elevate capacità predittive si può ottenere un netto miglioramento delle prestazioni del business aziendale, grazie anche alle sensibili riduzioni di tempi e di costi.

Quali sono le funzioni di un agente virtuale: la soluzione di Vedrai

Vedrai ha sviluppato e perfezionato agenti virtuali dotati di intelligenza artificiale: James, il CEO, è l’agente che supporta il cliente nel prendere decisioni strategiche per espandere l’attività nel proprio settore o in uno nuovo. Le sue funzioni primarie sono: monitoraggio del business, simulazione di scenari, definizione degli obiettivi.

L’agente virtuale può fornire una panoramica complessiva dell’andamento aziendale, evidenziando gli indicatori chiave delle performance attuali e i risultati futuri. Può simulare diversi scenari di allocazione del budget e mostrare i risultati, permettendo di calibrare meglio le risorse disponibili in base agli obiettivi prefissati. Infine, l’agente virtuale supporta la definizione della strategia aziendale, mostrando l’indice di fattibilità dell’obiettivo prefissato, e infine l’insieme delle attività da attuare per raggiungere tale obiettivo.

Un esempio di cosa può fare un agente virtuale

Facciamo un esempio: posto un obiettivo, l’agente virtuale confronta varie ipotesi di investimento funzionali al raggiungimento, che combinano l’acquisto di nuovi macchinari con il conseguente incremento dei dipendenti. James calcola che l’azienda X potrebbe raggiungere l’obiettivo di 50 milioni di euro di fatturato nel 2023 con l’acquisto di 11 macchinari di nuova generazione e l’assunzione di 35 dipendenti. In aggiunta a questi scenari, James considera anche variabili esterne: per esempio, valuta se nel mercato in cui l’azienda opera ci sono tutte le condizioni affinché il fatturato cresca. Per l’azienda è quindi possibile definire la strategia e settare con precisione gli obiettivi. Appare evidente, pertanto, l’importanza di avvalersi di un agente virtuale per migliorare il business.

articolo in collaborazione con Vedrai

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn