news

Adobe inserisce un assistente AI in Acrobat e Reader: possibili domande sul contenuto dei pdf



Indirizzo copiato

Con questa mossa, Adobe mira a mantenere la leadership nel mercato dei pdf, nonostante la crescente minaccia da parte di nuovi sistemi AI da startup come OpenAI e Anthropic

Pubblicato il 21 feb 2024



Adobe
Immagine Adobe

A dobe ha appena lanciato un nuovo assistente AI per i suoi prodotti Acrobat e Reader, introducendo capacità di intelligenza artificiale conversazionale per aiutare gli utenti a interpretare e riassumere i trilioni di file Pdf utilizzati da aziende e consumatori in tutto il mondo.

Questa mossa evidenzia l’obiettivo di Adobe di rimanere leader nel mercato dei Pdf che ha inaugurato decenni fa, mentre nuovi sistemi AI da startup come OpenAI e Anthropic minacciano di fornire molte delle stesse funzionalità.

Come funziona l’assistente AI di Adobe

L’assistente AI, attualmente in fase di beta testing, permette agli utenti di fare domande sul contenuto di un Pdf e ricevere risposte riassuntive. Può anche generare testo formattato, come presentazioni ed email, basandosi su informazioni estratte dai Pdf.

Il nuovo assistente AI di Adobe in Acrobat e Reader consente interazioni in linguaggio naturale con i documenti PDF, rispondendo a domande sui contenuti e generando riepiloghi. (Credit: Adobe)

La funzione si basa sulla modalità Liquid Mode di Adobe Acrobat, che offre già un’esperienza di lettura reattiva sui dispositivi mobili. Questa espansione nell’AI sfrutta i modelli proprietari di machine learning di Adobe, che comprendono la struttura e il contenuto dei Pdf, per generare riassunti documentali, rispondere a domande e persino formattare informazioni per l’utilizzo in email, report e presentazioni.

Mantenere il passo con gli LLM

Per l’ampia base utenti di Adobe le implicazioni sono significative. L’assistente AI promette di trasformare trilioni di documenti Pdf in fonti interattive e reattive di conoscenza. Le sue capacità includono la raccomandazione di domande, la creazione di riassunti generativi e la fornitura di citazioni intelligenti – una caratteristica fondamentale in un’epoca sempre più preoccupata per l’origine e l’accuratezza dei contenuti generati dall’AI. Adobe sottolinea che l’assistente AI non comprometterà i dati dei clienti, aderendo a rigorosi protocolli di sicurezza dei dati e richiedendo il consenso per qualsiasi utilizzo del contenuto del documento nella formazione AI. Questo impegno per la privacy potrebbe fornire un vantaggio rispetto ai concorrenti nel mondo aziendale, dove la sensibilità dei dati rimane una preoccupazione primaria.

Le nuove funzionalità AI di Adobe

I clienti di Acrobat Individual, Pro e Teams e gli utenti in prova di Acrobat Pro possono già utilizzare la versione beta di AI Assistant. Le nuove funzionalità che arriveranno su Reader nei prossimi giorni e settimane. Ecco quali sono:

AI Assistant – consiglia domande basate sul contenuto di un pdf e risponde a domande sul contenuto del documento, il tutto attraverso un’interfaccia conversazionale intuitiva.
Riepilogo generativo – fornisce una rapida comprensione del contenuto all’interno di documenti lunghi con brevi panoramiche in formati di facile lettura.
Citazioni intelligenti – il motore di attribuzione personalizzato di Adobe e l’intelligenza artificiale proprietaria generano citazioni in modo che i clienti possano verificare facilmente la fonte delle risposte di AI Assistant.
Navigazione semplice – i collegamenti cliccabili aiutano i clienti a trovare rapidamente ciò di cui hanno bisogno in documenti lunghi in modo che possano concentrare il loro tempo esplorando e interpretando le informazioni più importanti.
Output formattato – AI Assistant consolida e formatta le informazioni in informazioni importanti, testo per e-mail, presentazioni, report e altro ancora. Un pulsante “copia” semplifica le operazioni di taglia, incolla e trasferimento.
Rispetto dei dati dei clienti – le funzionalità di AI Assistant in Reader e Acrobat sono regolate da protocolli di sicurezza dei dati e nessun contenuto dei documenti dei clienti viene archiviato o utilizzato per la formazione di AI Assistant senza il loro consenso.
I clienti di Adobe possono utilizzare AI Assistant con tutti i tipi di formati di documenti (Word, PowerPoint, trascrizioni delle riunioni, ecc.).

L’AI nella gestione documentale ridisegna il futuro della produttività

L’integrazione dell’AI nella gestione documentale potrebbe ridefinire la produttività, in particolare per i lavoratori della conoscenza che navigano regolarmente tra contratti lunghi, report e ricerche. Con l’assistente AI, Adobe immagina un futuro in cui le intuizioni sono facilmente accessibili attraverso vari tipi di documenti e fonti, la stesura e la modifica sono semplificate attraverso suggerimenti alimentati dall’AI, e le revisioni collaborative sono migliorate dalla capacità dell’AI di analizzare e sintetizzare il feedback.

L’assistente AI di Adobe per Acrobat e Reader può generare rapidamente una panoramica riassuntiva di documenti lunghi, condensando le informazioni chiave in formati facili da digerire. (Credit: Adobe)

La strategia di Adobe va oltre il mantenimento del suo dominio sul formato Pdf. È una mossa adattiva che sfrutta le capacità dell’AI generativa per soddisfare le esigenze degli utenti in evoluzione e contrastare l’ascesa delle applicazioni basate su LLM, come ChatGPT di OpenAI. Integrando l’AI nelle sue piattaforme esistenti, Adobe non solo sta migliorando i suoi prodotti, ma si sta anche integrando più profondamente nei flussi di lavoro di individui e imprese.

Mentre l’azienda si prepara a offrire la gamma completa delle capacità dell’assistente AI attraverso un abbonamento aggiuntivo una volta concluso il periodo beta, è pronta a fornire uno strumento potente che potrebbe stabilire un nuovo standard nel settore.

Questa mossa potrebbe catalizzare un cambiamento nel modo in cui i documenti vengono consumati e creati, rafforzando la posizione di Adobe come hub centrale per l’intelligenza documentale nell’era digitale.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4