News Robotica

World Robotics Report: Nuovo “massimo storico” con mezzo milione di robot installati in un anno

Il tasso di crescita è del 31% su base annua e supera del 22% il record pre-pandemia di installazione di robot nel 2018. Oggi, lo stock di robot operativi in tutto il mondo raggiunge un nuovo record di circa 3,5 milioni di unità. L'Italia è il secondo mercato in Europa dopo la Germania [...]
Pierluigi Sandonnini

giornalista

World Robotics 2022
  1. Home
  2. News
  3. World Robotics Report: Nuovo “massimo storico” con mezzo milione di robot installati in un anno

Il nuovo rapporto World Robotics 2022 della Federazione Internazionale di Robotica mostra un massimo storico di 517.385 nuovi robot industriali installati nel 2021 nelle fabbriche di tutto il mondo. Ciò rappresenta un tasso di crescita del 31% su base annua e supera del 22% il record pre-pandemia di installazione di robot nel 2018. L’Italia è il secondo mercato di robot in Europa dopo la Germania, con il più alto tasso di crescita. Oggi, lo stock di robot operativi in tutto il mondo raggiunge un nuovo record di circa 3,5 milioni di unità.

Le installazioni annuali di robot in tutto il mondo tra il 2015 e il 2021 sono più che raddoppiate © World Robotics 2022

“L’uso della robotica e dell’automazione sta crescendo a una velocità mozzafiato”, afferma Marina Bill, Presidente della Federazione Internazionale di Robotica. “Nel giro di sei anni, le installazioni annuali di robot sono più che raddoppiate. Secondo le nostre ultime statistiche, le installazioni sono cresciute fortemente nel 2021 in tutti i principali settori dei clienti, anche se le interruzioni della catena di approvvigionamento e i diversi venti contrari locali o regionali hanno ostacolato la produzione”.

World Robotics 2022: panoramica Asia, Europa e America

L’Asia rimane il più grande mercato al mondo per i robot industriali. Il 74% di tutti i robot di nuova implementazione nel 2021 sono stati installati in Asia (2020: 70%).

Le installazioni per la Cina, il più grande adottante della regione, sono cresciute fortemente del 51% con 268.195 unità spedite. Ogni altro robot installato a livello globale nel 2021 è stato distribuito qui. Lo stock operativo ha superato la soglia di 1 milione di unità (+27%). Questo alto tasso di crescita indica la rapida velocità della robotizzazione in Cina.

Il Giappone è rimasto secondo alla Cina come il più grande mercato per i robot industriali. Le installazioni sono aumentate del 22% nel 2021 con 47.182 unità. Lo stock operativo del Giappone è stato di 393.326 unità (+5%) nel 2021. Dopo due anni di calo delle installazioni di robot in tutti i principali settori, i numeri hanno ripreso a crescere nel 2021. Il Giappone è il paese di produzione di robot predominante al mondo: le esportazioni di robot industriali giapponesi hanno raggiunto un nuovo livello di picco a 186.102 unità nel 2021.

La Repubblica di Corea è stato il quarto più grande mercato di robot in termini di installazioni annuali, dopo Stati Uniti, Giappone e Cina. Le installazioni di robot sono aumentate del 2% a 31.083 unità nel 2021. Ciò ha fatto seguito a quattro anni di calo delle cifre di installazione. Lo stock operativo di robot è stato calcolato in 366.227 unità (+7%).

© World Robotics 2022

Europa

Le installazioni di robot in Europa sono aumentate del 24% a 84.302 unità nel 2021. Questo rappresenta un nuovo picco. La domanda dell’industria automobilistica è rimasta stabile, mentre la domanda dell’industria generale è aumentata del 51%. La Germania, che appartiene ai cinque principali mercati di robot nel mondo, ha avuto una quota del 28% delle installazioni totali in Europa. Seguono l’Italia con il 17% e la Francia con il 7%.

Il numero di robot installati in Germania è cresciuto del 6% a 23.777 unità nel 2021. Si tratta del secondo più alto numero di installazioni mai registrato, dopo il picco causato dai massicci investimenti dell’industria automobilistica nel 2018 (26.723 unità). Lo stock operativo di robot è stato calcolato in 245.908 unità (+7%) nel 2021. Le esportazioni di robot industriali dalla Germania sono aumentate del 41% a 22.870 unità, superando il livello pre-pandemia.

L’Italia è il secondo mercato di robot in Europa dopo la Germania. Il principale motore di crescita tra il 2016 e il 2021 è stato il settore generale con un tasso di crescita medio annuo dell’8%. Lo stock operativo di robot è stato calcolato in 89.330 unità (+14%) nel 2021. I risultati del 2021 sono stati trainati da effetti di recupero e acquisti anticipati a causa di una riduzione dei crediti d’imposta nel 2022. Ciò ha creato un aumento del 65% delle installazioni di robot a un nuovo livello record di 14.083 unità nel 2021.

Il mercato dei robot in Francia si è classificato al terzo posto in Europa nel 2021 per quanto riguarda le installazioni annuali e lo stock operativo, dopo Italia e Germania. Nel 2021, le installazioni di robot sono aumentate dell’11% a 5.945 unità. Lo stock operativo di robot in Francia è stato calcolato in 49.312 unità, con un aumento del 10% rispetto all’anno precedente.

Nel Regno Unito, le installazioni di robot industriali sono diminuite del 7% a 2.054 unità. Lo stock operativo di robot è stato calcolato in 24.445 unità (+6%) nel 2021. Questo è meno di un decimo delle azioni tedesche. L’industria automobilistica ha ridotto le installazioni del 42% a 507 unità nel 2021.

America

Nel 2021, 50.712 robot industriali sono stati installati in America, il 31% in più rispetto al 2020. Si tratta di una notevole ripresa dal calo della pandemia nel 2020 e la seconda volta che le installazioni di robot nelle Americhe hanno superato la soglia delle 50.000 unità, con 55.212 unità nel 2018 che hanno fissato il benchmark.

Le nuove installazioni negli Stati Uniti sono aumentate del 14% a 34.987 unità nel 2021. Ciò ha superato il livello pre-pandemia di 33.378 unità nel 2019, ma era ancora considerevolmente inferiore al livello massimo di 40.373 unità nel 2018. L’industria automobilistica è ancora di gran lunga l’adottante numero uno con 9.782 unità installate nel 2021. Tuttavia, la domanda era in continuo calo da cinque anni (2016-2021). Nel 2021 le installazioni sono diminuite del 7% rispetto al 2020. Le installazioni nell’industria dei metalli e dei macchinari sono aumentate del 66% a 3.814 unità nel 2021, mettendo questo settore al secondo posto in termini di domanda di robot. L’industria della plastica e dei prodotti chimici ha avuto 3.466 robot (+30%) di nuova installazione nel 2021.  L’industria alimentare e delle bevande ha installato il 25% in più di robot, raggiungendo un nuovo livello massimo di 3.402 unità nel 2021. L’industria della robotica offre soluzioni igieniche che hanno registrato una crescente domanda durante la pandemia di Covid-19.

Prospettiva

L’aumento dei prezzi dell’energia, i prezzi dei prodotti intermedi e la scarsità di componenti elettronici stanno mettendo alla prova tutti i rami dell’economia globale. Ma i portafogli ordini sono pieni e la domanda di robot industriali non è mai stata così alta. In totale, si prevede che le installazioni globali di robot cresceranno del 10% fino a quasi 570.000 unità nel 2022. Il boom post-pandemia sperimentato nel 2021 dovrebbe svanire nel 2022. Dal 2022 al 2025 sono previsti tassi di crescita medi annui nell’intervallo medio-alto a una cifra.

Gli ordini per i rapporti World Robotics 2022 Industrial Robots e Service Robots possono essere effettuati online. Ulteriori download sul contenuto sono disponibili qui.

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn