News

Adobe offrirà immagini stock generate dall’intelligenza artificiale. Ma con avvertenze

Gli utenti avranno accesso alle immagini stock generate dall'intelligenza artificiale create utilizzando DALL-E e Stable Diffusion. Il sito di immagini stock vieterà l'uso di strumenti di intelligenza artificiale con "gravi difetti" [...]
Adobe
  1. Home
  2. News
  3. Adobe offrirà immagini stock generate dall’intelligenza artificiale. Ma con avvertenze

In un blog, Adobe ha dichiarato che accetterà illustrazioni generate dall’intelligenza artificiale sulla sua piattaforma, a condizione che le immagini soddisfino i suoi nuovi standard di presentazione. Questi includono avere tutti i diritti per inviare l’immagine generata dall’intelligenza artificiale.

Tuttavia, Adobe ha previsto diversi divieti, tra cui quello di utilizzare strumenti di intelligenza artificiale noti per avere “gravi difetti nella progettazione o negli output” come quelli che generano “persone o proprietà identificabili da prompt generici”. Sono vietate anche le opere che mostrano luoghi reali, personaggi famosi o loghi.

“Le prime tecnologie di intelligenza artificiale generativa hanno sollevato domande su come dovrebbero essere utilizzate correttamente”, ha scritto Sarah Casillas, senior director di Adobe. Adobe ha “considerato approfonditamente” questi problemi e ha implementato una nuova politica di invio per garantire che i contenuti generati dall’intelligenza artificiale vengano utilizzati “in modo responsabile”.

Adobe si stava già muovendo verso l’AI generativa

L’azienda, la cui piattaforma consente agli utenti di creare, utilizzare e condividere contenuti, ha definito l’intelligenza artificiale generativa una “grande trasformazione” per la creatività. Adobe si stava già muovendo verso l’AI generativa. Alla sua recente conferenza Max, Adobe ha dichiarato che avrebbe abbracciato l’intelligenza artificiale generativa, ma senza dire se avrebbe accettato immagini generate sul suo sito di immagini stock.

WHITEPAPER
Istruzioni pratiche, tool e servizi per organizzare un Contact Center performante grazie all'AI
CRM
Intelligenza Artificiale

La decisione di Adobe di consentire immagini generate dall’intelligenza artificiale sulla sua piattaforma rispecchia quella del rivale Shutterstock, che è stata la prima libreria di immagini a compiere il passo senza precedenti alla fine di ottobre. Ha raggiunto un accordo con OpenAI e LG, società madre di DALL-E, per lavorare sulle funzionalità text-to-image.

Nel frattempo, Getty Images sta adottando un approccio più esitante, scegliendo di vietare le immagini AI dalla sua piattaforma per evitare guai legali. Getty sta tuttavia esplorando l’intelligenza artificiale generativa attraverso una partnership con BRIA. La coppia collaborerà su strumenti di contenuti visivi AI.

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn