Microsoft rileva GitHub: cosa cambia per gli sviluppatori AI
FacebookTwitterLinkedIn

Microsoft rileva GitHub: cosa cambia per gli sviluppatori AI

GitHub
Gianluigi Torchiani

GitHub entra nel dominio Microsoft: operazione chiusa per una cifra pari a 7,5 miliardi di dollari. A Microsoft ora il compito di risollevare il business della piattaforma

 

GitHub e Microsoft, un binomio che prende forma e che rivela tutto l’interesse di Microsoft verso lo sviluppo software come obiettivo prioritario: la casa di Redmond ha sborsato ben 7,5 miliardi di dollari per acquisire GitHub, la nota piattaforma open source che vede coinvolti oltre 28 milioni di sviluppatori a livello globale. Più precisamente, la piattaforma si presenta come una sorta di mega repository che consente ai developers di condividere i codici sorgente dei propri progetti, ricevendo feedback utili per risolvere bug e disservizi. Una piattaforma che contiene al suo interno circa 85 milioni di codici sorgente, non pochi dei quali naturalmente hanno a che fare con i software necessari per il funzionamento dei programmi di intelligenza artificiale e machine learning. Eppure, nonostante sua popolarità presso il mondo dei developers, il modello di business della piattaforma (basato sulla presenza di funzionalità a pagamento) non ha mai ingranato, tanto da non aver mai registrato profitti.

 

La strategia di Satya Nadella per invertire questa tendenza punta ad accelerazione l’utilizzo di GitHub da parte degli sviluppatori enterprise, tramite i canali di vendita Microsoft (partner compresi) e, in qualche modo, a stabilire sinergia con gli strumenti cloud della multinazionale dell’IT.

La promessa è comunque quella di mantenere inalterata la filosofia open di GitHub, che dovrebbe quindi rimanere una piattaforma aperta al contributo degli sviluppatori di tutto il mondo. Nel board di GitHub ci sarà comunque una rivoluzione: una volta chiuse le formalità legate all’acquisizione, il ruolo di CEO sarà assunto Nat Friedman, già fondatore fondatore di Xamarin.

L’attuale amministratore delegato e cofondatore di GitHub, Chris Wanstrath, sarà invece destinato a un non meglio precisato ruolo tecnico. Ulteriori dettagli sulla notizia sono disponibili in questo servizio di Digital4Trade.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore gruppo Digital 360

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi