ROBOTICA

Omron, nuovi robot mobili autonomi per carichi di media intensità



Indirizzo copiato

I modelli MD-650 e MD-900 offrono una nuova gamma di peso supportato, per carichi mediamente pesanti (650 kg/900 kg), che si traduce in una maggiore efficienza nel trasferimento di carichi medi, con tecnologia di controllo integrata

Pubblicato il 15 gen 2024



Omron MD

Omron annuncia il lancio dei robot mobili autonomi (AMR) MD-650 e MD-900 con carico medio (650 kg e 900 kg). Queste aggiunte ampliano la linea di robot autonomi Omron per soddisfare le esigenze di un’ampia gamma di applicazioni di trasporto di parti e materiali, garantendo una maggiore efficienza nei siti di produzione.

Le esigenze attuali dei siti di produzione

I siti di produzione moderni si concentrano sulla produttività e sulla qualità, creando al contempo luoghi di lavoro che riducono il carico fisico degli operatori. In ambito automotive, ad esempio, l’automazione delle operazioni di trasporto di parti e materiali è fondamentale, andando a includere la movimentazione di prodotti in lavorazione pesanti e prodotti finiti, nonché i frequenti trasferimenti tra processi di piccoli lotti di materiale WIP in sistemi di produzione con volumi ridotti e altamente diversificati. I robot mobili autonomi, con software di gestione intelligente della flotta, possono assumere il controllo di queste attività pesanti e ripetitive.

I nuovi modelli Omron MD-650 e MD-900

La gamma di robot mobili esistente offre capacità di supporto tra i 60 e 1500 kg, mentre i modelli MD-650 e MD-900 offrono una nuova gamma di peso supportato, per carichi mediamente pesanti (650 kg/900 kg). La loro esclusiva tecnologia di controllo consente un trasporto sicuro e uniforme che può essere facilmente implementato nei siti di produzione in cui operatori e macchine lavorano nella stessa area.

L’esclusivo software Fleet Manager offre il controllo integrato di massimo 100 robot mobili su un unico sistema e consente di eliminare la necessità di diversi sistemi di gestione della flotta e selezionare automaticamente il robot mobile ottimale per ciascun processo in base al carico utile e alla disponibilità.

Omron MD

Caratteristiche e vantaggi principali degli AMR serie MD

1. Alta velocità e sicurezza con velocità di trasferimento di livello superiore*1 nella gamma di carico medio*2 ed esclusivo algoritmo di aggiramento degli ostacoli.
Basata sull’implementazione di diverse migliaia di robot mobili nei siti di produzione di tutto il mondo, la serie MD è il risultato di un’esperienza comprovata. Il nuovo sistema funziona alla perfezione anche in presenza di corsie strette grazie alla velocità massima di 2,2 m/sec in caso di MD-650 e 1,8 m/sec in MD-900, alle funzioni di navigazione avanzate e agli algoritmi di aggiramento degli ostacoli. Inoltre, l’introduzione della batteria avanzata e della tecnologia di ricarica offre 8 ore di funzionamento con una ricarica di 30 minuti per l’MD-650 e 7,5 ore per l’MD-900.

2. Controllo integrato di tutti i robot mobili mediante la tecnologia software proprietaria

Un singolo sistema può fornire percorsi di trasferimento integrati per un massimo di cento robot mobili con carichi utili diversi e controllare la sequenza di trasferimento in tempo reale. Il collegamento avanzato all’interno di un unico sistema consente il routing in tempo reale, anche per trasferimenti tra processi a diverse velocità di produzione, per ottenere trasferimenti efficienti con tenuta minima.

3. Alto livello di sicurezza in conformità allo standard internazionale ISO3691-4*3.

La serie MD è progettata per essere conforme alla norma ISO 3691-4 (emanata nel 2020), il più recente standard di sicurezza per i carrelli industriali senza guidatore e i relativi sistemi.
Scopri di più sulla serie MD di robot mobili autonomi.

Note

*1 Da giugno 2023, secondo studi interni.

*2 Robot mobile con gamma di carico da 500 a 900 kg

*3 Standard di sicurezza internazionali applicabili ad AGV (veicolo a guida automatica), AMR (robot mobili autonomi) e ad altri veicoli e sistemi senza intervento umano. Definisce i requisiti per le funzioni di sicurezza e i metodi di convalida delle funzioni automatiche del veicolo e, per soddisfare lo standard, è necessaria la conformità a tali requisiti.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4