News

Notizie dal mondo dell’AI generativa: Jasper lancia la suite “for Business”

Nuove funzionalità per aiutare le organizzazioni a personalizzare la creazione di contenuti per abbinarli al tono e allo stile del loro marchio ed estendere l’AI generativa per supportare gli utenti ovunque lavorino. You.com lancia il sistema di “AI conversazionale multimodale”; Otter punta all’automazione delle riunioni aziendali e Moveworks sfrutta l’AI generativa per la traduzione in tempo reale in oltre 100 lingue

Pubblicato il 22 Feb 2023

Jasper business

Il settore dell’AI generativa è in grande fermento in questi ultimi mesi. Ecco una serie di novità provenienti da Oltreoceano che forniscono il polso della frenetica evoluzione delle soluzioni offerte. A cominciare da Jasper.

Jasper avanza nell’AI generativa per le aziende

Jasper sta compiendo il prossimo passo nell’AI generativa aziendale con il lancio della suite Jasper for Business. Tra le nuove funzionalità c’è Jasper Brand Voice, che aiuta le organizzazioni a personalizzare la creazione di contenuti per abbinarli al tono e allo stile del loro marchio esistente.

La nuova funzionalità Jasper Everywhere ha lo scopo di estendere l’intelligenza artificiale generativa di Jasper per funzionare ovunque gli utenti lavorino, inclusi documenti online e sistemi di gestione dei contenuti (CMS). E a completare gli aggiornamenti di Jasper c’è un’API (interfaccia di programmazione delle applicazioni) progettata per aiutare le organizzazioni a estendere l’intelligenza artificiale generativa allo sviluppo delle proprie applicazioni.

Jasper ha sede a San Francisco e nell’ottobre 2022 ha raccolto 125 mln di dollari.

You.com lancia il sistema di “AI conversazionale multimodale”

You.com, una startup di motori di ricerca con sede a San Francisco, ha lanciato YouChat 2.0, che afferma essere la prima ricerca web che combina l’intelligenza artificiale conversazionale avanzata con app create dalla comunità, offrendo un’esperienza unica e interattiva con ogni query. Il suo modello misto di linguaggio di grandi dimensioni, noto come C-A-L (Chat, Apps and Links), offre grafici, immagini, video, tabelle, grafici, testo o codice incorporati nelle sue risposte alle query degli utenti. L’idea è meno schede aperte e meno allontanamento dal tuo motore di ricerca.

“Abbiamo già oltre 150 app nella nostra pagina principale dei risultati di ricerca, ma ora stiamo attirando di più nel mondo della chat e in questa interfaccia di chat, che non è banale perché fondamentalmente devi consentire al modello di chat di decidere quando è meglio rispondere a una domanda semplicemente mostrandoti i fatti”, ha detto You.com co-fondatore e CEO Richard Socher. “Nessuno lo ha ancora fatto – siamo i primi a lanciarlo al mondo pubblicamente”.

Otter automatizza le riunioni aziendali

Otter è un servizio di trascrizione vocale basato sull’intelligenza artificiale che negli ultimi anni ha aggiunto una serie di funzionalità progettate per migliorare le riunioni, inclusa l’integrazione con strumenti di collaborazione popolari come Zoom e Microsoft Outlook. Otter ha annunciato la funzionalità OtterPilot, che consente al servizio di partecipare automaticamente alle riunioni, prendere appunti che includono tutte le diapositive e quindi fornire un riepilogo accurato. OtterPilot estende le funzionalità di assistente AI di Otter introdotte nel 2022.

Moveworks sfrutta l’AI generativa per la traduzione in tempo reale in oltre 100 lingue

Moveworks, una piattaforma di intelligenza artificiale conversazionale per l’azienda, ha annunciato la traduzione in oltre 100 lingue diverse per il suo agente virtuale per il supporto dei dipendenti. Attraverso una combinazione dei modelli NLU proprietari di Moveworks e degli ultimi sviluppi nell’AI generativa, i clienti possono ora tradurre qualsiasi articolo della Knowledge Base o aggiornamento delle policy in tempo reale, senza costi aggiuntivi.

Nonostante il fatto che la maggior parte delle aziende oggi abbia forza lavoro internazionale, la maggior parte dei team di supporto parla solo una lingua di base: l’inglese. Ciò significa anche che i contenuti, come gli articoli della Knowledge Base e gli aggiornamenti delle norme, sono scritti in inglese. Quando le aziende cercano di estendere queste funzionalità linguistiche, spesso devono sostenere ingenti costi per le traduzioni e i centri di supporto multilingue.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4