News

Minsait e Microsoft, partnership per un framework di accelerazione dell’AI

Si chiama RAIL ed è destinato ad aziende, istituzioni ed enti pubblici per accelerare l’adozione dell’intelligenza artificiale (AI); permette di misurare l’impatto dell’AI, ne facilita la scalabilità e la guida secondo criteri etici. Inoltre, consente alle aziende di conoscere il reale ritorno sul business

Pubblicato il 07 Set 2023

AlphaGeometry

Minsait, società di Indra, e Microsoft hanno avviato una partnership per la definizione di RAIL, un framework per aziende, istituzioni ed enti pubblici per accelerare il salto verso l’intelligenza artificiale (AI) come parte della loro strategia in un contesto competitivo dominato dalla conoscenza.

Secondo Natalia Clavero, direttrice di AI e Dati di Minsait, “le aziende che pianificheranno l’adozione dell’intelligenza artificiale in anticipo avranno maggiori probabilità di assumere un ruolo di leadership nel mercato. Questo approccio deve garantire la coesione tra la realtà aziendale e le possibilità dell’intelligenza artificiale, in modo che la sua adozione risponda alle priorità strategiche del business, alle particolarità operative dell’azienda e ai requisiti del contesto sociale e normativo. Da qui, l’intelligenza artificiale nasce in modo ordinato ed è possibile articolare meccanismi che la rendano sostenibile, garantendo il monitoraggio del suo contributo ai risultati aziendali”.

In questo modo, la proposta di Minsait, in collaborazione con Microsoft, permette di misurare l’impatto dell’AI, ne facilita la scalabilità e la guida secondo criteri etici. In altre parole, RAIL consente alle aziende di conoscere il reale ritorno sul business, accelera la rapida adozione dell’AI e offre garanzie legali in previsione dei requisiti stabiliti dalla normativa europea – il primo regolamento sull’AI sarà in vigore entro la fine del 2023.

AI misurabile, regolamentata e integrata nell’organizzazione

RAIL è l’acronimo dei quattro principi che guidano l’attuazione di questo modello di lavoro:

  • Responsabilità: sociale, ambientale e finanziaria, per garantire la sostenibilità.
  • Ambizione: combinare tecnologie tradizionali e innovative alla ricerca di un impatto misurabile sul business.
  • Integrazione: con i processi e i sistemi aziendali.
  • Leadership: esercitata dal punto di vista tecnologico, metodologico e organizzativo.

Quali vantaggi offre RAIL

In un momento in cui l’AI si sta rivelando un acceleratore della competitività aziendale, “le aziende devono impegnarsi a sfruttare tutte le possibilità che offre, ma anche essere consapevoli e responsabili di come la utilizzano, stabilendo meccanismi che consentano loro di scalarla internamente con altri sistemi e di valutarne e misurarne l’impatto reale”, spiega Clavero.

In questo modo, il valore di RAIL risiede nella sua capacità di accompagnare le organizzazioni nell’adozione dell’intelligenza artificiale, consentendo loro di ottenere risultati migliori con un investimento ben indirizzato e di rispettare gli standard etici e normativi. La combinazione degli strumenti e delle soluzioni di Microsoft e dell’esperienza di Minsait, già collaudata sul mercato, facilita la rapida adozione di nuove soluzioni di intelligenza artificiale e fornisce visibilità sul loro funzionamento.

Oltre a permettere alle aziende di vedere l’impatto dell’intelligenza artificiale sui loro progetti, RAIL le aiuta a implementarla e a scalarla nelle loro attività, accorciando i tempi di ritorno dell’investimento.

Un altro dei vantaggi di questo framework risiede nella sua capacità di guidare lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in tutti i settori di attività – privati e pubblici – moltiplicando le opportunità di crescita e favorendo persino la nascita di nuovi modelli di business,

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2