Risorse umane, l’AI personalizza i percorsi formativi

Le persone chiedono un’esperienza formativa personalizzata e in linea con le proprie aspirazioni di carriera: l’intelligenza artificiale offre alle HR una piattaforma per lo sviluppo delle persone iper-personalizzata e capace di comporre percorsi formativi individualizzati all’interno di un’organizzazione [...]
Fabio Todaro

Senior Regional Sales Director per l’Italia di Cornerstone OnDemand

intelligenza
  1. Home
  2. Intelligenza Artificiale
  3. Risorse umane, l’AI personalizza i percorsi formativi

L’intelligenza artificiale sta progressivamente conquistando spazio in tutti i settori, permettendo alle aziende, ad esempio, di misurare i fattori ambientali, sociali e di governance, o alle banche di individuare con maggiore efficienza i tentativi di frode. L’AI sta guadagnando spazio anche nelle risorse umane, aiutando le imprese a investire nella loro risorsa più importante: le persone. Il reskilling e l’upskilling delle persone permettono alle aziende di essere più flessibili, adattabili ed efficienti, ma il tradizionale modello di formazione in aula è ormai superato in un mondo del lavoro come l’attuale. Le persone chiedono un’esperienza formativa personalizzata e in linea con le proprie aspirazioni di carriera; l’AI offre ai leader delle HR proprio questo: una piattaforma per lo sviluppo delle persone iper-personalizzata e capace di comporre percorsi formativi individualizzati all’interno di un’organizzazione.

AI, un valido supporto per le risorse umane

Creare manualmente programmi di formazione individuali per ogni dipendente è un lavoro impossibile per un umano. Collazionare le informazioni su ogni dipendente e mantenere aggiornati i programmi individuali con i materiali più recenti è un’operazione titanica per qualsiasi team HR. L’intelligenza artificiale e il machine learning possono aiutare. Affidarsi alla tecnologia adottando una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale non solo elimina molta della pressione sui responsabili risorse umane, ma pone lo sviluppo e la crescita delle persone nelle loro stesse mani. Anziché attendere il turno successivo di sessioni di formazione o chiedere in continuazione di essere inseriti in particolari programmi, i dipendenti avranno a disposizione i materiali necessari sempre e dappertutto.

I dipendenti possono creare un proprio profilo sulla piattaforma, elencare le capacità e le competenze che possiedono e quelle che vorrebbero acquisire. A questo punto, l’AI aiuta ad accoppiare particolari materiali a ogni singolo dipendente, consentendogli di crescere nelle aree desiderate. I ruoli non saranno più definiti da un dato insieme di competenze, ma diventeranno più fluidi in funzione delle competenze della persona che occupa quel ruolo. Ciò non solo rende le persone responsabili del proprio sviluppo di carriera, ma offre ai responsabili HR una visione più chiara delle competenze presenti in azienda, la capacità di identificare le competenze mancanti e le persone più adatte ad acquisirle.

L’approccio digitalizzato alla formazione

Questo approccio digitalizzato alla formazione e allo sviluppo si presta perfettamente a ruoli che richiedono molteplici competenze, come ad esempio nel settore del facility management. In questo lavoro, come è noto, sono richieste molte diverse competenze, ad esempio di gestione strategica delle proprietà, manutenzione degli edifici, supervisione dei team, il che rende difficile la standardizzazione della formazione. C’è inoltre il problema di dover formare persone che lavorano presso il cliente e quindi di dover bilanciare le esigenze di formazione delle persone con le esigenze del cliente. Ma se si usasse l’intelligenza artificiale allora tutti i materiali formativi sarebbero disponibili su qualsiasi dispositivo e le persone avrebbero la possibilità di fruirne in modo compatibile con la propria agenda, ovunque si trovino.

Oltre a ridurre la pressione sui team HR, affidare a ogni dipendente la gestione della propria crescita porta benefici anche all’azienda nel suo insieme. Avendo il controllo della propria crescita e dei propri obiettivi personali, i dipendenti si sentiranno responsabilizzati e saranno più motivati e produttivi. La possibilità di vedere chiaramente il proprio percorso di crescita incoraggia la mobilità interna e permette di sradicare l’idea che uno sviluppo di carriera sia possibile solo passando a un’altra azienda. In definitiva, le aziende potranno formare e trattenere i migliori talenti. Ciò si tradurrà non solo in un enorme risparmio di costi di selezione ma permetterà anche alle aziende di essere più competitive.

WHITEPAPER
Una guida al deep learning: cos’è, come funziona e quali sono i casi di applicazione
Intelligenza Artificiale
Robotica

AI risorse umane

Digitalizzare fa emergere le competenze nascoste

Le soluzioni basate sull’intelligenza artificiale sono interfunzionali e le interpretazioni che forniscono possono essere usate per comprendere meglio l’azienda nel suo complesso. Gli algoritmi usati dalla piattaforma possono rendere visibili in tempo reale particolari situazioni, ad esempio i trend di mercato relativamente alle competenze chiave. Questa conoscenza può essere usata per decidere come agire per migliorare particolari dipartimenti all’interno dell’azienda. Essenzialmente, è probabile che l’azienda poggi su un giacimento di competenze nascoste che possono essere fatte emergere con l’introduzione di una piattaforma digitale. Inoltre, la digitalizzazione dei processi può fornire informazioni su come si sentono i dipendenti. Un’indagine condotta e analizzata elettronicamente non solo sarà più veloce ma potrà rivelare informazioni più specifiche rispetto alla stessa indagine condotta manualmente. Ciò permetterà ai responsabili HR di individuare le aree su cui agire e ai dipendenti di sentirsi ascoltati.

Le aziende che non digitalizzano i processi non saranno più competitive. Una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale rivoluzionerà il modo di lavorare dei team delle risorse umane. Delegare alla tecnologia il lavoro pesante permette di snellire i processi, metterà a disposizione dei responsabili delle HR informazioni dettagliate e permette ai dipendenti di farsi carico della propria crescita.

 

FacebookTwitterLinkedIn