Innovazione

Prometeo torna nella Silicon Valley grazie a Innovit



Indirizzo copiato

La società toscana stata selezionata da Italian Innovation and Culture Hub di San Francisco tra 40 aziende e startup su scala nazionale. Obiettivo, trovare nuovi investitori

Pubblicato il 22 mar 2024



FOTO GRUPPO INNOVIT

Prometeo, innovativa PMI di Siena, è stata selezionata da Innovit, l’Italian Innovation and Culture Hub in San Francisco, per un ritorno nella Silicon Valley alla ricerca di nuovi investitori. La scelta è caduta su Prometeo tra 40 aziende e startup su scala nazionale. L’iniziativa è stata promossa dalla Direzione Generale per il Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Washington e il Consolato Generale a San Francisco. Il tutto gestito dalla Fondazione Giacomo Brodolini ed Entopan Innovation con il supporto dell’Italian Trade Agency e dell’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco.

Prometeo, obiettivo aprire una filiale negli Usa entro il 2024

Per Prometeo si tratta di un cammino intrapreso alla fine del 2023 grazie al progetto “Toscana Tech on the road” della Regione Toscana. Il percorso proseguirà con l’intento di aprire una filiale americana entro il 2024.

Giulio Ancilli, Ceo Prometeo (a sinistra), Aurora Burroni, marketing content specialist (a destra)

“Essere nuovamente selezionati tra le migliori realtà innovative a livello nazionale rappresenta per noi un grande motivo d’orgoglio. Tornare a San Francisco, ritrovare le istituzioni italiane là, alle quali siamo grati per la calorosa ospitalità e accoglienza, è una grande opportunità, un grande riconoscimento ed onore”, afferma Giulio Ancilli, CEO di Prometeo. “L’innovazione che abbiamo portato nella sua ulteriore fase evolutiva da dicembre scorso, risiede nell’adozione di un approccio basato sulla comprensione profonda dei dati e sulla capacità di modellare comportamenti non razionali che i modelli di apprendimento automatico non riescono a rappresentare. Questo cambio di paradigma consente una modellazione più accurata fornendo una nuova prospettiva di utilizzo e aprendo nuove possibilità per l’analisi e la previsione. La piattaforma offre una serie di strumenti avanzati per l’analisi dei dati e sarà possibile integrare dati esterni e fonti di informazione aggiuntive per arricchire l’analisi. Questa innovazione non solo promette di rivoluzionare la modellazione dei sistemi socio-economici, ma anche di aprire nuove prospettive per la ricerca, la pianificazione strategica e la presa di decisioni informate. Andare a San Francisco a Casa Toscana è una grande opportunità per cui ringraziamo il Consiglio Regionale della Toscana, la Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana perché essere accompagnati dalle istituzioni in un confronto di tale portata ha un significato profondo che va oltre ai risultati che stiamo ottenendo”.

Prometeo e il progetto ACUMEN

Prometeo, fondata nel 1994 e PMI Innovativa dal 2021, ha potuto confrontarsi sul campo dell’innovazione tecnologica. In particolare ha presentato gli avanzamenti del progetto “ACUMEN: Advanced Complex Uncertainty Modeling and Exploration Network”, che mira a rivoluzionare l’approccio alla modellazione dei sistemi socio-economici attraverso una piattaforma dati all’avanguardia. Il quesito fondamentale che ha guidato la creazione di questo modello è se e come l’intelligenza artificiale può assistere le persone nel prendere decisioni migliori. ACUMEN punta a dotare l’AI di una “conoscenza tacita”, ispirata al modo in cui gli esseri umani prendono decisioni, bilanciando istinto e razionalità. Questa conoscenza viene addestrata sulla base dei dati raccolti.

L’obiettivo di ACUMEN è quello di ridurre l’effetto dell’incertezza che è intrinseca negli attuali sistemi di ML e AI Generativa.

Articoli correlati

Articolo 1 di 3