News

L’intelligenza artificiale aiuta a ridurre il costo di una violazione dei dati

Secondo il rapporto di IBM Security “Cost of a Data Breach Report”. Le aziende che adottano tecnologie di intelligenza artificiale nei loro sistemi di sicurezza fanno registrare 3 milioni di dollari di risparmi sui costi medi rispetto alle altre.

Pubblicato il 28 Lug 2022

NIS 2

Il costo di una violazione dei dati ha raggiunto un massimo globale di 4,35 milioni di dollari in media, secondo il rapporto di IBM Security “Cost of a Data Breach Report”.

I costi di violazione dei dati sono aumentati del 13% negli ultimi due anni, con l’83% delle organizzazioni che sono state attaccate almeno una volta nella loro storia. Inoltre, quasi il 50% dei costi di violazione viene sostenuto più di un anno dopo l’attacco. Questi costi includono credenziali dei clienti rubate, perdita di clienti, interruzioni del lavoro, calo del prezzo delle azioni della società vittima, sanzioni normative, spese legali, tra gli altri.

Un fattore in grado di attenuare i rischi di violazione dei dati è l’AI. Le aziende che adottano tecnologie di intelligenza artificiale nei loro sistemi di sicurezza registrano 3 milioni di dollari di risparmi sui costi medi rispetto a quelle che non lo fanno. Per IBM, questo è il “più grande risparmio sui costi” che emerge dallo studio.

Inoltre, le aziende che utilizzano l’intelligenza artificiale e l’automazione della sicurezza sono state in grado di identificare e contenere più rapidamente la violazione: in media, 74 giorni in meno rispetto alle aziende che non lo hanno fatto. Attualmente, il 70% delle organizzazioni utilizza l’intelligenza artificiale nella sicurezza informatica, rispetto al 59% del 2020.

“Questo rapporto dimostra che le giuste strategie abbinate alle giuste tecnologie possono aiutare a fare la differenza quando le aziende vengono attaccate”, ha dichiarato Charles Henderson, responsabile globale di IBM Security X-Force.

Il report di IBM ha analizzato le violazioni dei dati in 550 organizzazioni a livello globale tra marzo 2021 e marzo 2022. La ricerca è stata sponsorizzata e analizzata da IBM Security e condotta dal Ponemon Institute.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2