approfondimento

I migliori corsi di intelligenza artificiale: una guida per ampliare le competenze



Indirizzo copiato

La tecnologia AI in forte sviluppo richiede una istruzione e una formazione adeguata e continua che viene da un’ampia e variegata offerta di corsi in presenza e MOOC proposti da enti, università e big tech

Pubblicato il 18 dic 2023

Carlo Lavalle

giornalista



AI

L’intelligenza artificiale è sulla bocca di tutti ed è stata nominata parola dell’anno dal dizionario Collins.

“L’AI è una delle tecnologie più determinanti di sempre. Non c’è quasi nessun campo che non sia condizionato dall’intelligenza artificiale o che non lo sarà in futuro – sostiene Peter-Paul Verbeek, Rector Magnificus dell’Università di Amsterdam e docente di filosofia ed etica della scienza e della tecnica.

L’uso della tecnologia AI si va peraltro diffondendo in un numero crescente di settori e fa già parte della nostra vita quotidiana in mille modi, negli smartphone, negli smart speaker, nelle telecamere di sicurezza e nelle automobili connesse.

Il mercato dell’AI è, del resto, sempre più florido, anche in Italia, mentre cresce rapidamente la sua adozione da parte delle aziende su scala globale.

Va da sé che assume sempre più importanza conoscere e studiare l’intelligenza artificiale per poter essere in grado di comprenderne funzionamento, benefici, limiti e rischi, e farne un corretto uso.

Introduzione ai corsi di intelligenza artificiale

Iscriversi a un corso è un modo per acquisire una formazione di base sulla tecnologia AI. Istituti, enti di formazione e centri universitari offrono questo tipo di possibilità.

Il progetto Elements of AI, per esempio, consente di avere a disposizione un corso online gratuito per imparare i fondamenti dell’intelligenza artificiale.

Si tratta di una iniziativa portata avanti dall’Università di Helsinki e da Reaktor, su mandato del governo finlandese in collaborazione con la Commissione europea, per sviluppare le competenze dei cittadini in ambito AI. In Italia è promossa dalla Fondazione Cotec, in partnership con l’Università degli Studi Roma Tre, avendo il sostegno del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Un corso di base sull’AI viene fornito, a pagamento (48 euro : scadenza 18 gennaio 2024), anche da IFOA, centro di formazione e servizi delle Camere di Commercio.

Corsi introduttivi all’AI gratis sono inoltre disponibili (in inglese) grazie a Microsoft e Google, o, a pagamento, su piattaforme come Udemy.

corsi di intelligenza artificiale

Corsi universitari per formare i professionisti dell’intelligenza artificiale

Corsi di formazione più avanzati sono forniti invece dalle università. L’offerta in Italia è ampia e variegata.

Università di Milano-Bicocca, Milano Statale e Pavia

Il Corso di laurea in Intelligenza artificiale è un progetto internazionale e inter-universitario delle Università di Milano-Bicocca, Milano Statale e Pavia. Tenuto interamente in lingua inglese, il programma avrà la sua sede amministrativa a Pavia, con lezioni svolte dai docenti in tutti e tre i campus.

Università di Bologna

L’Università di Bologna ha un corso di laurea magistrale in artificial intelligence che risponde alla necessità di formare figure professionali con un’elevata specializzazione per affrontare la progettazione, la realizzazione e la gestione di prodotti e servizi altamente innovativi.

Università “La Sapienza” Roma

A Roma, l’università “La Sapienza” mette a disposizione un corso di laurea in Intelligenza artificiale e robotica, di Informatica applicata e intelligenza artificiale, di Scienze matematiche per l’intelligenza artificiale e nel polo pontino a Latina di Intelligenza artificiale applicata alla biochimica (Molecular Biology, Medicinal Chemistry & Computer Science for Pharmaceutical Applications), primo corso attivato in Europa che punta a fornire formazione di alto livello per esperti in discipline biomolecolari e chimico farmaceutiche, integrate con l’informatica.

Università di Torino

L’Università di Torino, invece, propone, il corso di laurea magistrale in Artificial Intelligence for Biomedicine and Healthcare, un nuovo percorso di studi per formare esperti di intelligenza artificiale in campo biomedico e sanitario e rivolto a studenti che abbiano maturato una significativa esperienza in informatica, matematica e biologia.

Altre università

Ma corsi di laurea di alto grado formativo sono offerti anche dall’Università di Trieste e Udine, dall’Università di Palermo, dall’Università di Bari, dall’Università di Genova, dall’Università di Perugia, dalle Università di Siena e di Firenze, dalle Università di Pisa e di Cagliari, e dalle Università di Padova e di Verona.

Corsi di intelligenza artificiale per la formazione permanente: i MOOC – Massive Open Online Courses

I MOOC sono corsi online gratuiti, o a pagamento, aperti a qualunque utente e organizzati da università, istituti e aziende. Grazie a questa modalità vengono allargate opportunità e possibilità di accesso e iscrizione indipendentemente dal paese di appartenenza.

La diffusione dei MOOC e la popolarità delle piattaforme che consentono di usufruirne ha messo in luce le potenzialità di Internet di sostenere i processi di formazione permanente. In particolare, si pone l’accento sul se e sul come queste piattaforme possano creare maggiori opportunità per le persone che hanno abbandonato gli studi o che hanno l’esigenza di ricevere nuova e costante formazione, anche personalizzata, per affrontare le sfide dei cambiamenti di mercato e della knowledge economy.

In ogni caso, sono tante le soluzioni e le alternative per acquisire nozioni nel campo dell’intelligenza artificiale, approfondire tematiche inerenti la tecnologia AI o frequentare corsi più avanzati attraverso i MOOC.

Università di Urbino

A questo proposito va segnalato il corso dell’Università di Urbino del prof. Alessandro Bogliolo, con video-lezioni e materiale didattico, contenuti di RAI scuola, disponibili gratis e on demand previa iscrizione, che affronta il tema AI in una prospettiva multidisciplinare e prevede test di verifica della comprensione e consegna di compiti, al termine dei quali viene rilasciata una certificazione e un attestato in formato pdf stampabile e open badge.

I migliori MOOC di intelligenza artificiale

Le principali università internazionali, aziende e centri di eccellenza, offrono corsi MOOC sull’AI. Per dare una panoramica sull’argomento ne elenchiamo una selezione tra i migliori.

Politecnico di Milano

Il Politecnico di Milano propone la serie “Introduction to Artificial Intelligence” che si articola in 5 corsi MOOC in lingua inglese dedicati:

  1. all’impatto dell’AI sulle aziende e su diritti umani e libertà
  2. al tema dei rapporti fra etica e tecnologia AI
  3. alla storia dell’AI: dalle origini fino alle conquiste attuali
  4. alle tecnologie e alle piattaforme di machine learning e deep learning
  5. alle tecniche ML più recenti.

University of Toronto

La University of Toronto, sede dove insegna Geoffrey Hinton, docente universitario pioniere del machine learning che è stato insignito del premio Turing, definito il Nobel dell’informatica, offre un corso sugli algoritmi di apprendimento automatico quantistico (QML) sulla piattaforma edX. L’obiettivo del corso, allo stato archiviato, quindi con lezioni e materiali accessibili ma senza test e possibilità di ottenere certificazioni, è approfondire i possibili vantaggi dell’informatica quantistica in rapporto allo sviluppo della tecnologia ML e sull’implementazioni di protocolli utilizzando framework open source in Python, il linguaggio del machine learning.

Stanford University

La Stanford University utilizza, invece, la piattaforma Coursera per erogare il corso sull’ “Apprendimento automatico supervisionato: Regressione e classificazione”, disponibile in ben 19 lingue, inclusa quella italiana. Il corso, versione aggiornata e ampliata del corso pionieristico di Andrew Ng, professore di Harvard, pioniere delle reti neurali, co-fondatore di Google Brain e della stessa Coursera, sull’apprendimento automatico, a cui si sono già iscritti 4,8 milioni di persone, ha un punteggio alto (4,5/5) e un indice di gradimento elevato. È articolato in tre moduli per imparare a realizzare e addestrare modelli ML in Python consentendo di avere una specializzazione nell’all’apprendimento automatico moderno e nelle migliori pratiche ML.

Harvard University

Anche la Harvard University, tramite la piattaforma edX, mette a disposizione un corso AI gratuito in lingua inglese con inizio il 14 dicembre (dopodiché verrà archiviato) per apprendere a usare modelli ML in Python. Sarebbe utile aver seguito prima il corso CS50 “Introduction to Computer Science” sempre proposto dalla stessa università e uno tra i più popolari che si trovano online gratuitamente.

Ad ogni modo, quello sui modelli ML si snoda lungo 7 settimane e chi si iscrive dovrà frequentare 10-30 ore settimanali per completare la formazione. Il corso è tenuto da David J. Malan, noto informatico e docente della Harvard University.

MIT

In questo elenco di suggerimenti non poteva mancare il MIT. Il celebre istituto di ricerca di Cambridge ha predisposto un corso AI dal titolo “Machine Learning with Python: from Linear Models to Deep Learning” usufruibile a partire dal 27 maggio 2024. Il programma di livello avanzato prevede uno svolgimento lungo un arco di 15 settimane con frequenza di 10-14 ore settimanali nelle quali sarà affrontato uno studio approfondito del machine learning, del deep learning e dell’apprendimento per rinforzo con progetti in Python.

IBM

Da ultimo, l’IBM offre la possibilità di conseguire un certificato professionale IBM Applied AI, grazie a un corso disponibile su Coursera. Sulla medesima piattaforma si mette a disposizione, anche in lingua italiana (traduzione automatica), i corsi per principianti “Introduzione all’intelligenza artificiale”, e “Generative AI: Introduction and Applications”, e i corsi di livello intermedio “Sviluppo di applicazioni AI con Python e Flask” e “Costruire applicazioni AI con le API Watson”.

Conclusioni

Il panorama dei corsi AI, in un mondo sempre più connotato dall’intelligenza artificiale, è ricco e variegato. Il bisogno di studiare e approfondire funzionamento e caratteristiche, ma anche limiti e rischi, della tecnologia AI s’impone davanti alla sua crescente adozione. Università, istituti ed enti di ricerca offrono varie soluzioni per consentire di acquisire strumenti e istruzione di qualità che serve a competenze, carriera e sbocchi professionali.

Lo sviluppo dei MOOC intercetta domanda di formazione su temi AI che cresce e al tempo stesso dimostra le nuove possibilità e opportunità fornite dalle piattaforme di e-learning.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4