News

AI Act: i ministri Ue approvano, seppure con deroghe sul riconoscimento facciale

La proposta di regolamento presentata dalla Commissione europea nell'aprile 2021 dovrà ora essere negoziata con il Parlamento europeo per arrivare all'accordo finale. Il commissionario Breton: "con il nuovo regolamento l'Europa garantisce sicurezza" [...]
  1. Home
  2. News
  3. AI Act: i ministri Ue approvano, seppure con deroghe sul riconoscimento facciale
Il 7 dicembre 2022 i ministri Ue hanno dato il via libera alla legge sull’intelligenza artificiale AI ActLa proposta di regolamento presentata dalla Commissione europea nell’aprile 2021 dovrà ora essere negoziata con il Parlamento europeo per arrivare all’accordo finale.

Nel loro orientamento generale, i titolari delle Tlc dei Ventisette fanno esplicito riferimento ad alcune deroghe – previste anche dall’esecutivo Ue – sul divieto di utilizzare il riconoscimento facciale in luoghi pubblici: le autorità pubbliche potrebbero avvalersene per ragioni di sicurezza nazionale, difesa e scopi militari. Il tema del riconoscimento facciale sarà al centro delle trattative con il Parlamento europeo, che ne chiede invece un divieto assoluto.

Thierry Breton - CEO di Atos
Thierry Breton

“L’intelligenza artificiale è una tecnologia moderna, recente, complessa e in rapida evoluzione. I suoi contorni sono fluidi, e questa legislazione mette l’Europa all’avanguardia e garantisce la protezione della salute dei cittadini, la sicurezza di tutti e il rispetto dei diritti fondamentali”, ha osservato il commissario Ue per il Mercato interno, Thierry Breton, al termine del Consiglio Tlc.

 

 

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn