Realtà aumentata, ecco chi ha preso più finanziamenti
22 aprile 2018
FacebookTwitterLinkedIn

Realtà aumentata, ecco le regine dei finanziamenti nel 2017

realtà aumentata
realtà aumentata
Gianluigi Torchiani

Per prosperare nell’innovativo e competitivo mercato della realtà aumentata servono finanziamenti importanti. Ecco le società che ci sono riuscite di più

Come abbiamo raccontato più volte la realtà aumentata è senza dubbio uno dei trend più importanti dell’intero mercato IT. E’ quasi impossibile, infatti, stare dietro all’esplosione di startup e giovani aziende che hanno rapidamente popolato di brevetti più o meno validi questo mercato. Ma una cosa è certa: per competere e innovare realmente, ossia su scala industriale, nel competitivo mercato della realtà aumentata servono tanti soldi. Che possono arrivare da soggetti terzi, pronti a finanziare le menti più geniali della realtà aumentata con l’aspettativa di un ritorno economico nel medio lungo termine. Qui di seguito, una lista redatta da next reality sulle 10 aziende del mondo realtà aumentata che nel 2017 sono state capaci di attrarre il maggior numero possibile di risorse economiche.

10) WaveOptics

Lo scorso luglio l’inglese WaveOptics è riuscita a raccogliere 16 milioni di dollari in un unico round di finanziamento. Investimento che potrebbe ripagare l’anno prossimo, in quanto la società si aspetta che i suoi display vengano installati nei visori dei principali produttori entro la fine del 2018 .

9) WayRay

La realtà aumentata non è solo roba per i visori: lo testimonia il successo WayRay, situata in Svizzera, che sviluppato tecnologie di realtà aumentata olografica per le auto connesse avanzate. Tanto da essere riuscita a ottenere circa 18 milioni di dollari nel 2017 da numerosi investitori, tra cui la cinese Alibaba.

 8 ) Ultrahaptics

Vero è che la grande maggioranza delle esperienza della realtà aumentata si basano principalmente sulla vista, ma c’è anche deciso di scommettere su altri sensi. Per la precisione le soluzioni sviluppate da Ultrahaptics mirano a sviluppare il senso del tatto, tanto da aver raccolto dagli investitori finanziamenti per complessivi 23 milioni di dollari.

7 ) Perfect Corp

Tra chi sta scalando una particolare nicchia del mondo della realtà aumentata c’è sicuramente Perfect Corp., azienda specializzata nello sviluppo di note app di bellezza, tra cui YouCam Makeup, YouCam Perfect, YouCam Fun, YouCam Nails. L’obiettivo è utilizzare la tecnologia di realtà aumentata per creare effetti realistici di make-up e bellezza che gli utenti possono provare direttamente dal palmo della propria mano. Una strategia che ha convinto un brand storico come l’Oreal e che ha permesso a Perfect Corp. di raccogliere finanziamenti per 25 milioni di dollari lo scorso ottobre.

6) Leap Motion

Molto cospicui (50 milioni di dollari) anche i finanziamenti raccolti lo scorso luglio da Leap Motion, che nel 2016 ha presentato ‘Orion’, unatecnologia di hand-tracking in grado di portare i gesti delle mani all’interno della realtà virtuale. Le risorse ottenute permetteranno alla società di espandersi in Asia e nei mercati educational, medico e industriale.

 5) Niantic

Poco bisogno di presentazioni ha senza dubbio Niantic, capace di stupire il pianeta nel 2016 con il fenomeno Pokemon Go. Il successo dell’app ha fatto bene alla compagnia, che nel corso del 2017 è riuscita a raccogliere finanziamenti per 200 milioni di dollari nel 2017.  In arrivo per il nuovo anno è un app su Harry Potter, che potrebbe persino oscurare il successo di Pokemon.

4) Corning International

Un po’ forzato è forse l’inserimento nella lista di Corning, la casa produttrice del celebre rivestimento per i display di smartphone e tablet Gorilla Glas, ormai quasi uno standard del settore. Quel che è certo è che Apple ci ha investito circa 200 milioni di dollari con il suo Advanced Manufacturing Fund, cosa che potrebbe permettere a Corning di applicare le sue soluzioni anche agli smartglass AR.

3) Finisar

A conferma dell’attivismo della casa di Cupertino, Apple ha recentemente investito con il suo Advanced Manufacturing Fund circa 390 milioni di dollari in Finisar, produttori di componenti che alimentano la fotocamera TrueDepth dell’iPhone X. A breve termine, l’investimento aiuta a potenziare la capacità produttiva. Tuttavia, la tecnologia di Finisar potrebbe trovare la sua strada anche nelle future funzionalità in chiave AR, come i sensori di profondità per iPhone o per gli smartglasses.

2) Unity

Si è dimostrata capace di raccogliere ben 400 milioni di dollari lo scorso maggio da Silver Lake un nome molto noto nel settore,  ovvero Unity, una piattaforma per creare videogiochi, applicazioni in Realtà Aumentata e Realtà Virtuale.

1) Magic Leap

Il 2018 dovrebbe essere finalmente l’anno giusto per Magic Leap, che dovrebbe lanciare un vero e proprio prodotto fisico (un visore per la realtà aumentata) dopo anni di indiscrezioni e di demo. Ci si aspetta che sia qualcosa di rivoluzionario, soprattutto da parte degli investitori,  che hanno donato alla società nel corso del tempo alla società circa 1,9 miliardi di dollari, di cui 502 milioni nel solo 2017 .

FacebookTwitterLinkedIn

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedIn

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi