novembre 2020 - Pagina 2 di 2 - AI4Business
  1. Home
  2. 2020
  3. novembre
intelligenza artificiale scenari giuridici
Cognitive Computing

Emotional AI, ecco chi studia le emozioni dei robot

13 Novembre 2020 pierluigisandonnini
Un approccio multidisciplinare della computazione, che combina competenze e conoscenze di aree diverse come ingegneria, neuroscienze e psicologia comportamentale. L’idea è la volontà di dotare le macchine di intelligenza emotiva, anche per simulare l’empatia: la macchina, in questo modo, potrebbe essere in grado di interpretare lo stato emotivo degli esseri umani con cui si relaziona e, di conseguenza, essere capace di adattare il suo comportamento ai suoi interlocutori, dando una risposta adeguata a quelle emozioni […]
legge di moore
Ricerca

AI e microchip: addio legge di Moore?

11 Novembre 2020 pierluigisandonnini
La legge di Moore, proclamata nel 1975, è ancora valida oggi? Oppure è più corretto applicare la legge di Huang, il creatore di Nvidia, basata su una combinazione di progressi nell’architettura, nelle interconnessioni, nella tecnologia di memoria e negli algoritmi dei microprocessori? […]
adversarial learning
Cognitive Computing

Adversarial learning, come ti inganno l’algoritmo

9 Novembre 2020 pierluigisandonnini
Adversarial Learning è l’arte che sfrutta la vulnerabilità degli algoritmi di apprendimento per creare input ingannevoli che invalidano l’output degli algoritmi stessi. Da un lato la ricerca in questo campo ha come scopo lo studio della sicurezza degli algoritmi di apprendimento contro gli attacchi mirati per progettare sistemi più sicuri e sviluppare le contromisure […]
AI gdpr
Intelligenza Artificiale

Intelligenza artificiale e privacy: confronto fra gli elementi essenziali

2 Novembre 2020 pierluigisandonnini
Il Regolamento Europeo sulla protezione dei dati considera gli algoritmi ambito di applicabilità materiale se hanno a oggetto dati personali. L’art. 4 del GDPR recita “[…] qualsiasi operazione o insieme di operazioni che possono essere effettuate o meno con mezzi automatici e applicate a dati o gruppi di dati personali”. Nel complesso i dati raccolti attraverso soluzioni di AI devono rispondere a criteri di adeguatezza e pertinenza, nonché limitati a quanto necessario per le finalità per le quali sono trattati (art. 5 GDPR […]
1 2
FacebookTwitterLinkedIn